Il viaggio incomincia…

Finalmente è arrivata, la tanto attesa estate, che risplende in questa torrida arsura. E con agosto, arrivano le tanto sospirate vacanze, da sempre sinonimo di viaggio, magari in auto, esplorando luoghi programmati durante il gelido inverno o voluti dal caso, tracciati sul navigatore o sperduti. Per altri, invece, è arrivato il periodo del meritato riposo, al mare o montagna, nelle città d’arte o su dolci paesaggi collinari, da soli o in compagnia. L’estate diventa abbronzarsi le braccia fuori dal finestrino guidando su alti bricchi, trovare rifugio nell’abitacolo dall’aria rovente delle città metropolitane, o respirare il profumo di salsedine raggiungendo la spiaggia preferita. Sempre e comunque in luoghi dove ci si dimentica, finalmente, della frenesia della vita di tutti i giorni. L’estate diventa percorrere strade tra paesaggi inesplorati, corteggiare amori sorprendenti, rincorrere una pace mai raggiunta. E durante il viaggio, fermare il motore, godersi la vista dei monti circostanti, e chiedersi: “Dopo quella montagna, ci sarà il mare?”.